Spangher: «Separazione delle carriere delle toghe? Urgente ma non basta»

 

Intervista al professore sulle riforme del processo penale

 

 

 

 

http://ildubbio.news/ildubbio/2017/11/28/spangher-separazione-delle-carriere-delle-toghe-urgente-non-basta/

Publicités

Silvio Berlusconi, Vittorio Sgarbi a Libero: « Veronica Lario? Un premio per aver ispirato la regia dell’ assalto giudiziario »

Giovane monarchico, consigliere comunale socialista, deputato liberale e poi forzista, cofondatore del mostro politico Lista Pannella-Sgarbi, neorepubblicano candidato all’ Europarlamento per il Partito della Bellezza, poi a sinistra con la Lista Consumatori, quindi assessore milanese per Letizia Moratti, sindaco tardo-democristiano in Sicilia, e poi ancora il ritorno nell’ area berlusconiana nel 2013 con il Partito della Rivoluzione, che lascia prima del voto. Infine, attraverso una candidatura con rinuncia forzata a sindaco di Milano per il centrodestra e un assessorato a Cosenza per il ritrovato Partito della Rivoluzione, simboleggiato da una capra, si arriva a domani: Auditorium della Conciliazione, Roma, assemblea di Rinascimento………………………………

 

 

 

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13284698/vittorio-sgarbi-intervista-libero-berlusconi-assegno-lario-giudici-premio.html

Massimo Cacciari: “L’antiberlusconismo? E’ stato un antidoto del c…”

Prima il Fondatore di Rep (Eugenio Scalfari: «Tra Berlusconi e Di Maio scelgo il primo»), poi lo strapagato (9 milioni di euro in quattro anni) Fabio Fazio, che ospita Silvio Berlusconi a “Che tempo che fa”: ora la sinistra -compresa la “gauche caviar”, ma solo una parte, quelli sono degli irriducibili nostalgici -rivaluta “il fattore B”, ma il primo in tempi non sospetti a fare “outing” è stato il filosofo Massimo Cacciari, che senza mezzi termini ha detto a noi di OFF che l’antiberlusconismo è  stato una boiata pazzesca (in realtà ha usato un’espressione più colorita: leggere per credere) (Redazione). 

 

 

 

 

http://ilgiornaleoff.ilgiornale.it/2015/02/18/antiberlusconismo-un-antidoto-del/

Golpe 2011, Luca Ricolfi: « Ci fu la volontà politica di far fuori Silvio Berlusconi, i dati lo dimostrano »

 

Ogni tanto è doveroso ritornare al 2011, al golpe dello spread con cui Silvio Berlusconi fu mandato a casa per fare spazio a Mario Monti e alle carissime sciagure del suo governo. È doveroso tornare a parlare di quell’avvenimento soprattutto se a raccontarlo in termini per certi versi sorprendenti è Luca Ricolfi, sociologo « di sinistra », lo dice lui stesso, il quale su quanto accaduto ha le idee molto chiare.

………………………………

 

 

 

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13284063/golpe-2011-luca-ricolfi-silvio-berlusconi-fatto-fuori-spread-mario-monti.html